In base alla normativa in materia di privacy, l'Unione Valli Reno Lavino Samoggia, con sede legale in Casalecchio di Reno (BO), Via dei Mille, n. 9, titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Si rende noto che la prosecuzione della navigazione, come anche lo specifico click sul tasto "Accetto", comporta in ogni caso la prestazione del consenso all’uso dei cookies tecnici che dal Titolare viene fatto. Per maggiori informazioni e per le modalità con le quali negare il consenso all’installazione dei singoli cookie sul proprio browser è possibile consultare l’informativa completa.

                               

                               

                               

LogoProtCivURLS

                               

                               

Piano di Protezione Civile

Scenari di Rischio - Rete Gas [Sezione 2 - SRG 7.1.2]

industria

RISCHIO TECNOLOGICO

INCIDENTE INDUSTRIALE RETI DISTRIBUZIONE GAS

SR7.1 RG002


Sezione2

HERA BOLOGNA S.p.A.

Hera Bologna distribuisce il gas in 43 comuni della provincia di Bologna per un totale di circa 780.000 abitanti serviti da 3.534 km di condotte.

Elementi della distribuzione

Nel territorio provinciale si hanno n. 30 cabine di prelievo e decompressione, condotte di media pressione (da 0,4 a 5 bar) che si estendono per 1826 km e condotte di alta pressione (da 5 a 24 bar) che si estendono per 208 km per un totale di 2035; le condotte di bassa pressione si estendono per un totale di km 1499.

Vocabolario tecnico

Classificazione delle condotte (D.M. 16 e 17 aprile 2008)

Le condotte per il trasporto e la distribuzione del gas naturale si classificano in:

  • condotte di 1° specie: condotte con pressione massima di esercizio superiore a 24 bar;
  • condotte di 2° specie: condotte con pressione massima di esercizio superiore a 12 bar ed inferiore od uguale a 24 bar;
  • condotte di 3° specie: condotte con pressione massima di esercizio superiore a 5 bar ed inferiore od uguale a 12 bar;
  • condotte di 4° specie: condotte con pressione massima di esercizio superiore a 1,5 bar ed inferiore od uguale a 5 bar;
  • condotte di 5° specie: condotte con pressione massima di esercizio superiore a 0,5 bar ed inferiore od uguale a 1,5 bar;
  • condotte di 6° specie: condotte con pressione massima di esercizio superiore a 0,04 bar ed inferiore od uguale a 0,5 bar;
  • condotte di 7° specie: condotte con pressione massima di esercizio inferiore od uguale a 0,04 bar.

Provincia di Bologna 8 Ufficio Protezione Civile   Gruppo Interistituzionale Rischio Gas – Relazione Tecnica b) Definizioni

Alta pressione

Pressione relativa del gas superiore a 5 bar (1°, 2° e 3° specie)

Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas (A.E.E.G.)

Autorità indipendente istituita ai sensi della legge n. 481/95 del 14 novembre 1995, con funzioni di regolazione e di controllo dei settori dell'energia elettrica e del gas.

Bassa pressione

Pressione relativa del gas non superiore a 0,04 bar (7° specie)

Cabina di primo salto

Detta anche cabina di prelievo o REMI (regolazione e misura) è un impianto di ricezione, prima riduzione e misura del gas naturale allacciato alla rete di trasporto e posto a valle del punto di riconsegna dal Trasportatore al Distributore o al Cliente finale.

 

Cabina di secondo salto

Detta anche cabina di distretto riduce il gas naturale dal livello di alta o media pressione alla bassa prossime al fine di immetterlo nella rete locale ed alimentare i centri urbani

Condotta

insieme di tubi, curve, raccordi, valvole ed altri pezzi speciali uniti tra loro per il trasporto del gas naturale.

Dispacciamento

Attività diretta ad impartire disposizioni per l'utilizzazione e l'esercizio coordinato degli impianti di coltivazione, di stoccaggio, della rete di trasporto e di distribuzione e dei servizi accessori.

Distanza della condotta dai fabbricati

Minima distanza, misurata in orizzontale, intercorrente tra l'asse della condotta e il perimetro del fabbricato.

Distribuzione

Trasporto di gas naturale attraverso reti di gasdotti locali per la consegna ai clienti, mentre la fornitura è la consegna o la vendita di gas

Emergenza Gas

Evento in grado di produrre effetti gravi e/o di vaste proporzioni per la sicurezza e la continuità del servizio e che provochi una o più delle seguenti condizioni:

  1. a) fuori servizio non programmato di punti di consegna o di punti di interconnessione;
  2. b) fuori servizio non programmato di reti AP o MP o BP che provochi l’interruzione senza preavviso dell’erogazione del gas ad uno o più clienti finali;
  3. c) dispersione di gas con interruzione senza preavviso dell’erogazione del gas ad uno o più clienti finali;
  4. d) disservizio provocato da eccesso o difetto di pressione in rete rispetto ai valori previsti dalle norme tecniche vigenti.

Si definisce inoltre emergenza qualunque evento che provochi l’interruzione senza preavviso dell’erogazione del gas ad almeno 250 clienti finali e per il quale l’erogazione del gas non venga riattivata a tutti i clienti finali coinvolti presenti entro 24 ore dall’inizio dell’interruzione, con esclusione dei clienti finali che non vengano riattivati all’atto del primo tentativo di riattivazione.

 

Grado di utilizzazione del materiale

Coefficiente che definisce il livello di sollecitazione ammissibile quale percentuale del carico unitario di snervamento. E’ il reciproco del coefficiente di sicurezza.

Gas naturale

Risorsa energetica primaria, prevalentemente di origine fossile, formatasi nel sottosuolo,contenente in maggior misura metano e, in minor misura, etano, propano e butano.

Gruppo di riduzione gas

Complesso costituito da regolatori di pressione, da apparecchi ausiliari, da tubazioni, da raccordi e pezzi speciali aventi la funzione di ridurre la pressione del gas canalizzato da un valore di entrata variabile a un valore di uscita predeterminato fisso o variabile.

Impianto

Complesso dei dispositivi ed elementi costituiti dagli impianti di riduzione e regolazione della pressione e dagli impianti di misura del gas.

Impianto di derivazione di utenza o allacciamento

Complesso di tubazioni con dispositivi ed elementi accessori costituenti le installazioni necessarie a fornire il gas al Cliente.

Incidente da Gas

Evento che coinvolga il gas distribuito a mezzo di reti, che interessi una qualsiasi parte dell’impianto di distribuzione e/o di impianti dei clienti finali, compresi gli apparecchi di utilizzazione, e che provochi il decesso o lesioni gravi di persone o danni a cose per un valore non inferiore a 1.000 euro e che sia provocato da una delle seguenti cause:

  1. a) una dispersione di gas (volontaria o non);
  2. b) una combustione incontrollata in un apparecchio di utilizzo del gas;
  3. c) una cattiva combustione in un apparecchio di utilizzo del gas, compresa quella dovuta ad una insufficiente aerazione;
  4. d) una inadeguata evacuazione dei prodotti della combustione in un apparecchio di utilizzo del gas.

 ...Scarica il pdf per continuare la lettura


LogoPDF
Download  "Sezione 2 - Scenari di Rischio SR.7.1.2 Rete Gas" del Piano di Protezione Civile Sovracomunale 

                               

                               

                               

                               

                               

Please publish modules in offcanvas position.