In base alla normativa in materia di privacy, l'Unione Valli Reno Lavino Samoggia, con sede legale in Casalecchio di Reno (BO), Via dei Mille, n. 9, titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Si rende noto che la prosecuzione della navigazione, come anche lo specifico click sul tasto "Accetto", comporta in ogni caso la prestazione del consenso all’uso dei cookies tecnici che dal Titolare viene fatto. Per maggiori informazioni e per le modalità con le quali negare il consenso all’installazione dei singoli cookie sul proprio browser è possibile consultare l’informativa completa.

                               

                               

                               

LogoProtCivURLS

                               

                               

Piano di Protezione Civile

Descrizione Territoriale - Vegetazione [Sezione 01 - Sub 07]


Sezion1

Le Zone boschive dell'Unione dei Comuni Valli del Reno, Lavino e Samoggia occupano un area pari a 14.453,58 Ha , ossia 144,53 Km2 sui 404,31 Km2 del territorio. I boschi e le aree boscate rivestono, nel complesso il 35,74 % dell'Unione interessando, in particolare il territorio dei comuni di Monte San Pietro, Sasso Marconi e Valsamoggia come evidenziato nella sottostante carta forestale dell'Unione dove vengono individuate anche le forme di governo dei boschi.

La Regione protegge la biodiversità del suo territorio e ne promuove la gestione sostenibile. I principali strumenti messi in campo sono il Sistema regionale delle aree protette, la Rete Natura 2000 e la valorizzazione e tutela delle foreste.

Il Sistema regionale delle aree protette è costituito dai Parchi nazionali, regionali, interregionali, le Riserve naturali regionali, i Paesaggi protetti e le Aree di riequilibrio ecologico . La Regione ne coordina gestione, pianificazione e programmazione insieme agli  Enti di Gestione per i Parchi e la Biodiversità.

Parte del patrimonio naturale dell'Unione rientra nei programmi di protezione e tutela regionali anche attraverso la Rete Natura 2000 per la valorizzazione e tutela delle foreste.

Il Sistema regionale delle aree protette è costituito dai Parchi nazionali, regionali, interregionali, le Riserve naturali regionali, i Paesaggi protetti e le Aree di riequilibrio ecologico . La Regione ne coordina gestione, pianificazione e programmazione insieme agli  Enti di Gestione per i Parchi e la Biodiversità.

Con “Rete Natura 2000” viene indicata la rete ecologica europea costituita da un sistema coerente e coordinato di particolari zone di protezione nelle quali è prioritaria la conservazione della diversità biologica presente, con particolare riferimento alla tutela di determinate specie animali e vegetali rare e minacciate a livello comunitario e degli habitat di vita di tali specie.

La Rete Natura 2000 si compone di: Siti di Importanza Comunitaria (pSIC) che, una volta riconosciuti dalla Commissione europea, diventeranno Zone Speciali di Conservazione (ZSC) e Zone di Protezione Speciale (ZPS).

...

Scarica il pdf per continuare la lettura


LogoPDF

Download  "Sezione 1 - Descrizione Territoriale - Sub 07 Vegetazione" del Piano di Protezione Civile Sovracomunale 

                               

                               

                               

                               

                               

Please publish modules in offcanvas position.