In base alla normativa in materia di privacy, l'Unione Valli Reno Lavino Samoggia, con sede legale in Casalecchio di Reno (BO), Via dei Mille, n. 9, titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Si rende noto che la prosecuzione della navigazione, come anche lo specifico click sul tasto "Accetto", comporta in ogni caso la prestazione del consenso all’uso dei cookies tecnici che dal Titolare viene fatto. Per maggiori informazioni e per le modalità con le quali negare il consenso all’installazione dei singoli cookie sul proprio browser è possibile consultare l’informativa completa.

                               

                               

                               

LogoProtCivURLS

                               

                               

Piano di Protezione Civile

Scenari di Rischio - Panico di massa [Sezione 2 - SRG 11.3]

Icona panico

RISCHIO CIVILE

PANICO DI MASSA

SR11.3 RG001

 

Sezione2

Come per lo scenario di evacuazione, anche il presente scenario il rischio è principalmente connesso alla presenza di persone, nel caso specifico si tratta di folle concentrate per un limitato periodo di tempo in ambiti territoriali circoscritti per partecipare ad attività sociali quali feste, eventi di carattere politico, religioso, culturale, sportivo, centri commerciali, ecc. . In questo tipo di scenari molta importanza riveste il numero delle persone presenti, l'estensione e la durata dell'assembramento, variabili in funzione delle quali si possono distinguere due modelli:

  • modello ad accumulo, quando in un'area definita il numero dei presenti raggiunge il suo massimo dopo una fase iniziale di accumulo progressivo e limitato nel tempo, rimane costante per un periodo di tempo definito, per diminuire con andamento inverso alla fase di accumulo (deflusso degli spettatori);
  • modello dinamico, quando il numero dei presenti varia per il continuo sommarsi e sottrarsi di persone in entrata e in uscita.

L'avverarsi di un evento improvviso che scateni panico può generare danni anche gravi a causa della difficoltà di deflusso connesso in maniera proporzionale alla limitazione delle vie di deflusso e alle difficoltà di accesso dei soccorsi alla zona interessata.

 

​​​ 

 ...Scarica il pdf per continuare la lettura


LogoPDF
Download  "Sezione 2 - Scenari di Rischio SR.11.3 Panico di massa" del Piano di Protezione Civile Sovracomunale

                               

                               

                               

                               

                               

Please publish modules in offcanvas position.