In base alla normativa in materia di privacy, l'Unione Valli Reno Lavino Samoggia, con sede legale in Casalecchio di Reno (BO), Via dei Mille, n. 9, titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Si rende noto che la prosecuzione della navigazione, come anche lo specifico click sul tasto "Accetto", comporta in ogni caso la prestazione del consenso all’uso dei cookies tecnici che dal Titolare viene fatto. Per maggiori informazioni e per le modalità con le quali negare il consenso all’installazione dei singoli cookie sul proprio browser è possibile consultare l’informativa completa.

                               

                               

                               

LogoProtCivURLS

                               

                               

Piano di Protezione Civile

Descrizione Territoriale - Trasporti [Sezione 01 - Sub 09]


Sezion1

La rete viaria dell’Emilia-Romagna è stata oggetto nell’ultimo decennio di validità del'PRIT98 di un vasto processo di adeguamento e ammodernamento. La novità più rilevante è stata l’attuazione della Legge 59/1997 (cosiddetta “Bassanini”), che, per il settore stradale, si è avviata concretamente nel 2001 con il trasferimento di circa 2.000 km di strade statali direttamente alle Province della regione.

Questa è stata l’occasione per ridefinire i ruoli delle Istituzioni e meglio precisare la gerarchia della rete viaria, nell’ambito della quale è stata definita quella di interesse regionale e quella di interesse locale (provinciale– comunale).

  • la rete di collegamento nazionale (grande rete nazionale), costituita dalla rete autostradale nazionale e dagli itinerari di interesse europeo;
  • la rete di collegamento regionale (grande rete), a cui si riconoscono prevalentemente funzioni di servizio nei confronti della mobilità regionale di più ampio raggio (sia interna alla regione che di penetrazione/uscita regionale) e nei confronti della mobilità nazionale con entrambi i recapiti all’esterno del territorio regionale;
  • la rete di base, avente funzione di rete di accessibilità, destinata al servizio capillare sul territorio.

Con la Legge 3/1999 e successive modifiche e integrazioni si è infatti definita di interesse regionale la rete costituita dalla Grande Rete e dalla Rete di Base indicate nel'PRIT98, dalle strade trasferite dallo Stato alle Province e dalle autostrade regionali.

E’ quindi opportuno, con l’aggiornamento del Piano, integrare la Rete di Base con quelle strade ex statali, ora trasferite alle Province, che già non ricadevano in tale rete, così come individuata dal'PRIT98. Ciò in considerazione delle caratteristiche funzionali di queste infrastrutture che si ritiene di poter assimilare a quelle della Rete di Base.

Inoltre risulta opportuno ricomprendere nella Rete di Base anche le strade statali con caratteristiche non autostradali, non previste dal'PRIT98, in considerazione del ruolo svolto da tali assi a seguito dell’attuazione della Legge Bassanini e della loro caratterizzazione funzionale e gestionale che si è sviluppata in modo del tutto autonomo rispetto alla maglia autostradale.

La struttura della maglia stradale complessiva, costituita quindi dalla Grande Rete che rimane sostanzialmente inalterata rispetto alle previsioni del vecchio Piano e dalla nuova Rete di Base ridisegnata come sopra indicato, viene a definire l’ambito in cui si esplicita l’interesse regionale. Tale maglia, infatti, gerarchicamente distinta su due livelli opportunamente integrati tra loro, è quella che consente di assolvere, da un lato (Grande Rete), a funzioni di servizio dei percorsi di attraversamento e della mobilità regionale di ampio raggio, dall’altro (Rete di Base), a funzioni di accessibilità capillare al territorio e di servizio dei percorsi di medio-breve raggio.

ASSI ESISTENTI COSTITUENTI LA GRANDE RETE ALL'INTERNO DELL'UNIONE

  • Autostrada A1 (Milano-Napoli);
  • Autostrada A14 (Raccordo Casalecchio di Reno);
  • Autostrada A14 (Bologna-Taranto);

ASSI COSTITUENTI LA RETE DI BASE ALL'INTERNO DELL'UNIONE

La rete di base di interesse regionale, ritenuta in grado di garantire un efficace livello di accessibilità al territorio regionale, è costituita dai seguenti tronchi:

Strade statali

  • S.S. 64: Strada statale Porrettana - confine Toscana - Sasso M. - Casalecchio - Bologna - Ferrara - confine Veneto;
  • S.S. 64 bis: raccordo autostradale a Sasso Marconi;
  • S.S. 99: Strada statale via Emilia - Calcara - Ponte Samoggia

Strade ex statali passate nel demanio provinciale

  • S.P. 325 R - Sasso Marconi - confine Toscana;
  • S.P. 569 R Di Vignola - Casalecchio di Reno - innesto S.S. 12;

Strade e itinerari provinciali esistenti e di previsione

Viabilità extraurbana secondaria di rilievo intercomunale

 

  • SP 26 Valle del Lavino
  • SP 27 Valle del Samoggia
  • SP 37 Ganzole
  • SP 58 Pieve del Pino
  • SP 70 Valle torrente Ghiaia
  • SP 325 di Val di Setta e Val di Bisenzio

 

Viabilità locale principale

  • SP 58 Pieve del Pino
  • SP 69 Pian di Venola - Ca' Bortolani
  • SP 74 Mongardino
  • SP 75 Montemaggiore
  • SP 76 Stiore
  • SP 77 Guiglia
  • SP 78 Castelfranco – Monteveglio

...

Scarica il pdf per continuare la lettura


LogoPDF

Download  "Sezione 1 - Descrizione Territoriale - Sub 09 Trasporti" del Piano di Protezione Civile Sovracomunale 

                               

                               

                               

                               

                               

Please publish modules in offcanvas position.