In base alla normativa in materia di privacy, l'Unione Valli Reno Lavino Samoggia, con sede legale in Casalecchio di Reno (BO), Via dei Mille, n. 9, titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Si rende noto che la prosecuzione della navigazione, come anche lo specifico click sul tasto "Accetto", comporta in ogni caso la prestazione del consenso all’uso dei cookies tecnici che dal Titolare viene fatto. Per maggiori informazioni e per le modalità con le quali negare il consenso all’installazione dei singoli cookie sul proprio browser è possibile consultare l’informativa completa.

                               

                               

                               

LogoProtCivURLS

                               

                               

Avviso Pubblico per richieste di contributi per danni cagionati dagli eventi calamitosi di maggio 2019, del 22 giugno 2019 e di novembre del 2019

la Regione Emilia Romagna ha emesso il Decreto n° 5 del 15.01.2020, pubblicazione al n°10 del 16.01.2020 sul BURERT, ad oggetto  APPROVAZIONE DELLE DIRETTIVE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI AI SOGGETTI PRIVATI E ALLE ATTIVITÀ ECONOMICHE E PRODUTTIVE PER I DANNI SUBITI A CAUSA DEGLI EVENTI CALAMITOSI VERIFICATISI NEL TERRITORIO DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA NEI MESI DI MAGGIO E NOVEMBRE 2019 E NEL TERRITORIO DELLE PROVINCE DI BOLOGNA, MODENA E REGGIO EMILIA IL 22 GIUGNO 2019.
 
Le attività economiche, produttive e i privati  interessati devono , a pena di irricevibilità, presentare al Comune in cui sono ubicati i beni danneggiati entro il termine perentorio del 2 marzo 2020 la domanda di contributo sotto forma di autocertificazione resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 200, n. 445, utilizzando la modulistica scaricabile nel sito della Regione Emilia Romagna accessibile ai link sotto riportati.
 
La domanda può essere:
a) consegnata a mano e sottoscritta dal richiedente il contributo davanti ad un pubblico ufficiale del Comune autorizzato a riceverla che ne rilascia ricevuta di consegna con numero di protocollo e data da cui evincere il rispetto o meno del suddetto termine;
b) spedita con raccomandata a/r; in tal caso fa fede, ai fini del rispetto del suddetto termine, la data risultante dal timbro dell’ufficio postale accettante;
c) inviata tramite PEC alla PEC del Comune; la domanda si intende inviata nel termine qualora dalla ricevuta di accettazione nella quale sono contenuti i dati di certificazione che costituiscono prova dell’avvenuta spedizione del messaggio di posta elettronica certificata (articolo 6, comma 1, del D.P.R. n. 68/2005), risulti il relativo invio entro le ore 23:59:59 del giorno di scadenza del termine per la relativa presentazione.
Nei casi di cui alle precedenti lettere b) e c), alla domanda sottoscritta dal richiedente il contributo deve essere allegata copia di un suo documento di identità in corso di validità.
 
Pubblicazione al BURERT

Collegamento al sito della Regione dove è disponibile tutta la documentazione per accedere ai contributi

Ultima modifica il Giovedì, 16 Gennaio 2020 14:13

                               

                               

                               

                               

                               

Please publish modules in offcanvas position.